L’Associazione

PROTEGGIAMO.org nasce in forma orale nell’ottobre 2014, a causa di un triste evento che ha colpito Angelica (nome di fantasia), tredicenne figlia di amici di uno degli attuali soci fondatori; questa è la sua storia:

Un caldo giorno di maggio Angelica, una tipica adolescente di seconda media, è stata trovata dalla sua mamma riversa sul letto ricoperta di sangue causato dai tagli ai polsi che si era autoinflitta. Giusto il tempo di chiamare i soccorsi, operata d’urgenza e poi il risveglio in ospedale in terapia intensiva. Angelica ce l’ha fatta, il suo giovane corpo ha superato il grave trauma.

Il sollievo dei genitori e delle due sorelline minori è durato poco poiché interrotto dalla presenza dell’assistente sociale inviata dal tribunale dei minori. Dopo una breve ma accesa controversia legale, la ragazza viene “affidata” temporaneamente ad una casa protetta fino alla fine delle indagini. Giusto il tempo di essere dimessa e di andare a prendere qualche effetto personale, Angelica si trova catapultata in un altro incubo, quello di dover vivere in un’altra casa, lontana dalla sua famiglia e dalla sua quotidianità. Tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge, recita il terzo articolo della nostra costituzione, ma impietosa si abbatte su questa già sofferente famiglia per capire chi o cosa ha indotto Angelica a commettere tale gesto.

I giorni diventano settimane, le settimane mesi ed eccoci a fine agosto, l’estate ormai finita e la scuola in procinto di iniziare. Finalmente l’incubo finisce, Angelica torna a casa con la sua famiglia, tutti speranzosi di ricominciare e di voler dimenticare. Solo che ormai la ragazza è irrimediabilmente compromessa nonostante la sua giovane età; non vuole più tornare a scuola, non vuole più uscire di casa, si vergogna per quel gesto di resa che ha compiuto nei mesi scorsi. I genitori le provano tutte ma nulla da fare, è entrata in una spirale depressiva, le amiche la cercano ma lei si nega, anche il suo fidanzato prova a convincerla, ma nulla da fare.

I genitori decidono di cambiare città e provare a ricominciare una nuova vita, lontani dagli sterili pettegolezzi di quartiere, lontani dai loro ricordi. Oggi Angelica è una splendida liceale con un tatuaggio sul polso per cancellare una volta per tutte il folle gesto che ha commesso tempo prima. Sì, folle perché solo oggi si rende conto che non ci si può rovinare la vita per colpa di un’innocente fotografia scattata allo specchio, nella propria intimità dopo la doccia e inviata, per un attacco di gelosia, dalla sua migliore amica a tutti i contatti social del suo smartphone.

In seguito a questo triste avvenimento alcuni soci fondatori, già consulenti e docenti esperti di sicurezza informatica e privacy, si sono sentiti in dovere di organizzare eventi di cultura digitale ai genitori dei bambini delle primarie e secondarie, per insegnargli ad educare i propri figli al corretto utilizzo delle tecnologie, al fine di evitare che un’altra “Angelica” possa commettere folli gesti.
Dopo alcune edizioni svolte a fine 2014 ed inizio 2015 sì è deciso di costituire, con atto registrato, l’associazione culturale no profit per la protezione dell’identità: PROTEGGIAMO.org

Shadow

Fare di necessità virtù

 

NECESSITÀ

Nasce dall’esigenza di alcuni genitori e professionisti di security e privacy al fine di educare i propri figli al corretto utilizzo delle nuove tecnologie

RICERCA

Verificato il contesto sociale in cui si vive, vi è una scarsa attenzione da parte delle istituzioni locali nell’educare i cittadini al corretto utilizzo dei propri dati personali

L’IDEA

Come risposta nasce PROTEGGIAMO.org la prima associazione no profit per educare i cittadini all’utilizzo consapevole delle tecnologie e della propria identità digitale e tradizionale

PROGETTO

L’associazione vuole essere di ausilio alle istituzioni locali, organizzando momenti di aggregazione per educare ed informare i cittadini al corretto utilizzo delle nuove tecnologie al fine di prevenire abusi e atti illeciti

FORMAZIONE

Corsi multilivello su: social privacy per genitori e figli – cyber bullismo e prevenzione alla pedopornografia – furto di identità e cyber criminali – alfabetizzazione informatica “over” – corsi specifici e su richiesta

INFORMAZIONE

Grazie al contributo di enti e associazioni per la tutela dei diritti dei minori, entro il 2015 sarà attivo un sistema multicanale per essere sempre informati e aggiornati su come difendersi e tutelare la propria identità digitale e tradizionale

PREVENZIONE

Entro marzo 2016 sarà attivo un canale gratuito di supporto al cittadino su numero verde e social network, per segnalare potenziali abusi o illeciti e fornire le corrette procedure da adottare per prevenire l’utilizzo scorretto dei propri dati personali

CONDIVISIONE

Il vero cuore dell’associazione, un network di volontari, partner e professionisti legati da un unico obiettivo: educare al corretto utilizzo delle nuove tecnologie

CODICE ETICO

Ogni donazione e spesa è rendicontata e pubblicata sul sito dell’associazione in quanto crediamo che il volontariato sia un incredibile strumento di aiuto reciproco

SVILUPPO

Sempre alla ricerca di nuove sfide ci rendiamo disponibili a valutare sinergie con istituzioni, associazioni, imprese e liberi cittadini aventi il medesimo obiettivo

AREA RISERVATA AGLI ATTIVISTI

Grazie per aver condiviso. Aiutaci a crescere, donaci un: